P.S.E.I.E.

fiore

Pensieri perché risiedono nell’intimo

Scritti perché necessitano d’esser condivisi

L’essenza perché verranno messe a bando superficialità ed apparenza

Io perché ci metterò tutta me stessa

Esisto perché ogni parola scritta ed ogni gesto dato saranno esclusivamente il frutto del vissuto.

Elygioia

Annunci

– Sbatte, la mano –

IMG. Dal Web

Sbatte, la mano.

Sopra una parete sdrucciolevole ed insonorizzata.

Lì, ogni cosa rimane chiusa, ermeticamente.

In quello spazio fuori dal mondo si cerca la stabilità della presenza verso se stessi.

Troppo si pretende da altri ciò che noi stessi non ci doniamo.

Come pretendere presenza se siamo noi i primi ad essere assenti a noi stessi?

E si sbattono le mani, dopo averle strette tra i capelli, per inzupparle di quell’olio che vuole amore.

Amore, solo amore.

@ElyGioia

– Rimaniamo qui –

IMG. Dal Web

Prova a sentire il vento spostare i nostri corpi, li attrae l’uno vicino l’altro.

Le foglie, dapprima seccate dall’aridità della vita, iniziano a colorare di verde e di rosso.

Non esiste più il mondo, esiste solo la leggerezza delle nostre anime evase dai nostri fragili corpi.

Tutta la terra inizia a staccarsi da noi, e ci troviamo a volare nel nostro vapore, fattosi dolce e caldo.

Rimaniamo qui, ti prego, rimaniamo qui.

@ElyGioia

– Come burro –

Come burro lascio scivolare, sul mio corpo, distante da me, ogni sorta di schiaffo.

Come burro evado e striscio via dalla tortura della mente, donando del soffice alla mia anima.

E faccio volare lontano, da me, ciò che non mi appartiene, per accogliere, in me, come burro, ciò che desidero con tutta me stessa.

Dentro me, ogni mio lato, anche quello più nascosto, ammorbidisce, come burro, durante la tua presenza.

Prendimi così.

Come burro, tra le mani.

@ElyGioia

– L’inizio della vita –

Questa mattina a svegliarmi sono stati i tuoi occhi su di me, un pensiero volato dal tuo cielo al mio.

Ho sorriso, è venuto spontaneo, so che il mio sorriso sarà anche il tuo.

Sarà una giornata diversa, o forse come tante, ma ciò che è importante è che io continui a sapere di te, tu di me.

Quando sentirai un leggero vento, stringilo ti prego, lo stesso farò anche io, così sarà come stringersi l’uno con l’altro, in mezzo ad uno spazio e ad un’aria solo nostra.

Osservo la mia mano scorrere sul cuscino di fianco, sta realizzando solo ora che ad occuparlo c’è la foto di un bimbo che sorride.

La mia giornata odora di tenerezza.

Ancora meglio di una rosa e di un caffè, è stato il tuo addolcire l’amaro dei giorni passati.

L’hai reso straordinariamente dolce, quest’oggi.

Prendo quell’immagine e la poso sul petto, sembra quasi parlarmi al cuore senza volermi far capire nulla, solo bisbigli.

Il mio cuore, a volte, lo sai, mi prende un po in giro, mi fa scherzi, di quelli belli, simili ai tuoi.

Prendo coraggio, prendo forza, prendo tutto di noi.

Si dice alla persona che si porta nel cuore <<Sei per me la fine del mondo>>, tu per me sei l’inizio della mia vera vita.

@ElyGioia

– Intrappolata –

Soffocata dallo stesso telo che vestiva.

Intrappolata fino all’anima, respirava il suo silenzio.

Parlava mentre inghiottiva l’inchiostro bagnato della sua penna.

Aveva appena scritto su tela la grandezza del suo amore, e la tristezza del sua lontananza.

Sognava, ad occhi aperti, il momento in cui avrebbe strappato via ogni gabbia da dosso, per volare, libera d’amare.

@ElyGioia

– Immagini e parole morte –

Lo strazio si è sciolto addosso, coprendo il volto ed ogni sua espressione.

La disperazione ha preso il colore del vuoto, il pianto è diventato il suo compagno.

Corde al posto dei capelli, stringono.

Essi uccidono quelle forze che vogliono uscire, le hanno imprigionate appena sotto le tonsille.

Il crollo si è posseduto dell’anima.

Il cuore sembra battere ancora, vincerà ancora? Ce la farà?

L’amore solo può slegare ogni catena, spezzare ogni sbarra, liberare da ogni prigione, guarire ogni cicatrice profonda.

Dentro un pozzo, profondo, con l’umidità del passato, il buio del presente e l’ombra del futuro.

Il terrore muove le mani, c’è bisogno di un unica certezza.

Vincerà ancora?

L’amore vuole dare ancora, diamine, vuole dare ancora, cose belle, cose che danno vita e non immagini e parole morte.

Vincerà?

@ElyGioia

– Distruzione –

IMG. Dal Web

Stanca di tutto, ha cercato di rimanere in piedi.

Provata dal forte vento, sopraffatta dalla solitudine, calpestata dai bisogni della gente, distrutta dal suo calvario.

Ricorda lei, quando danzava tra quelle emozioni belle, leggere, spensierate.

Il ricordo è divenuto il suo rifugio.

Al centro di uno stadio, senza più spettatori, seduta sulle sue ginocchia, spezzate dalla routine delle cose.

La schiena parla, lamentandosi, di tutti quegli sfregi violenti.

Sfregi, che hanno inciso l’anima, stancandola.

Due piccole luci vogliono sorreggerla nei suoi giorni.

Chiede vestiti nuovi, chiede luce, chiede aiuto, chiede abbracci, chiede amore.

Chiede un nome.

È sabato.

È un nuovo sabato.

Nella sua distruzione, violentando le sue lacrime, si aggrappa a tutte quelle parole dolci che nutrono ciò che di più bello possa esserci nel cuore, quel nome.

@ElyGioia

– Dentro il profondo dei tuoi occhi –

IMG. Dal Web

Ho girato mezzo mondo e non c’è stato un solo volto nel quale io non ti abbia cercato.

Ho incontrato maschere, ho ascoltato il loro racconto, cercando d’intravedere nel loro oltre un qualcosa di umano.

Ancora non ti avevo mai incontrato, eppure, era il tuo sorriso ciò che guidava ogni mio passo, ogni mia ricerca.

Ancora non ti avevo mai ascoltato, eppure, era la tua voce quella luce accecante che riscaldava ogni mio movimento, ogni mia nota.

E poi, poi la maschera l’ho messa io, davanti alla meraviglia del tuo volto, dentro il profondo dei tuoi occhi.

Maschera che hai saputo togliermi in fretta, tu l’hai sciolta scartando ogni mia corazza, accarezzando ogni mia passata ferita.

@ElyGioia