– Ora che sono qui –

Dove vanno a finire quelle risate che sanno tutto di noi?

Dove cercheranno rifugio? Staranno al sicuro? Chi se ne prenderà cura in questo spazio temporale in cui noi siamo vivi di fragilità?

Proprio quando sono qui ad ascoltarle, sembrano vincere ogni battaglia, ogni nostro io, ogni nostro dannato io.

Proprio quando sono qui ad ascoltarle, cosa o chi potrà essere contro di noi? Se sono qui, a cercare la forza nella debolezza, la speranza in tutto ciò che non dubito, sì, se sono qui davanti a tutto questo, le lacrime non hanno poi così tanto potere.

Eccomi, eccoci.

Plasma ogni sentimento che bussa su di me, così, tra quelle mani, potrò essere usata come strumento di coraggio e di costanza, per noi.

Ora che sono qui ad ascoltarle, quelle tue risate fatte addosso al mio viso, capisco solo che, nelle mie lacune e povertà di sorrisi, tu sei la mia forza e la mia guarigione.

Ora che sono qui a non poterle viverle, mi aggrappo, con la sola forza delle mie unghie, a quest’immenso ghiacciaio sciolto, tra i miei occhi e le tue spalle.

Occorre tutto ciò che faceva e che fa ancora parte delle nostre giornate, quelle composte da parole generate da quella sensibilità che emana amore, sincero amore.

Ora che sono qui, senza nulla, lascerò a questi dossi all’anima togliere ogni buio residuo.

Ogni buio residuo.

Ora lascerò al sangue, che scorre e che si muove dentro al cuore, parlare ed agire, senza dargli alcun riposo.

In me non voglio alcun riposo.

In me voglio noi, disperatamente noi.


“Lettera ad un amore”

@ElyGioia

Annunci