– Mi farò ponte –

E mi farò ponte per ogni tuo pensiero, pensiero che voglio tatuare tra le labbra.

Mi farò ponte per tutte quelle volte in cui vedrò distanze, per raggiungere ogni tuo sguardo, sguardo che trafigge il tramonto.

Sarò ferma, immobile, zitta, inerme, squadrando ogni tuo movimento, per graffiare ogni stoffa, ogni tessuto imbevuto dei nostri voli d’acqua.

Sì, mi farò ponte.

Per donare me a te, per vedere noi costruirci un monumento unico sopra ogni città.

@ElyGioia

Annunci

– Mio Re –

Re di cuori, sei forse stanco?

T’ho preparato un trono adatto a te, affinché tu possa guardare me, seduto, mentre il rumore del mio vivere ti leghi nei tuoi pensieri.

Stai seduto, ci penserò io ad ogni cosa da cogliere, coltivare e custodire per la nostra storia.

Stai pur seduto lì, dipingerò io, sulle pareti di questa stanza, ciò che i tuoi occhi vogliono dire, sospirare, leggere.

Re di cuori a cosa stai pensando?

Io sono qui, il trono l’ho scaldato con tutto ciò che il mio cuore cuoce ogni giorno, su questo rame, su questi carboni ardenti.

Liberamente e profondamente siediti ti prego, lo giuro cullerò ogni nostro silenzio con i nostri sguardi.

Re di cuori, che hai rubato i raggi del sole per farti una veste, vieni qui, qui tra la seta che le nostre mani toccano ogni volta che ci raccontiamo.

Re di cuori, vieni qui.

Mio Re di cuori, vieni qui.

@ElyGioia

– Di fuoco –

Alza, le mie mani e portale con te, te che sei capace d’incendiare un intero ghiacciaio.

Stringi, soccorri quest’anima e falla girare con te, te che quando parli persino le mura s’infiammano.

Sorridi, con i miei occhi e nutrili di te, te che quando ti esprimi ogni luce in casa esplode per illuminare l’intero paese.

È con te che si diventa di mille colori; tu li mescoli fino a formare mosaici che raccontano calore, stupore, amore.

È davanti a te che il freddo scappa; tu lo trasformi in fiamme ardenti che cantano orgoglio, forza, coraggio.

È tra le tue braccia che io, sì io, m’irradio di protezione, bontà, sincerità.

Il fuoco parla di te, mentre scorre tra noi, mentre ogni cosa turba i nostri sensi.

Di fuoco gettiamoci l’uno nell’altro, e poi, poi sarà quel che sarà.

@ElyGioia

– Non è un solo sogno –

Opera di Christian Schloe

Aveva paura di svegliarsi, di guardarsi attorno e scoprire che tutto ciò che stava sentendo nel cuore, fosse solo un sogno.

Si diede un pizzicotto ed ebbe la certezza che tutto ciò era pura realtà.

È così che la chiamavano la sognatrice di giorno; lei era così.

Rimaneva aggrappata ai suoi sogni, senza mai staccarsene, per la paura che prendessero il volo senza di lei.

Ed invece era lei a far prendere loro il volo, volo che lei stessa stentava a credere.

Poi, un giorno, salì talmente in alto che riuscì persino a toccarli, erano due, i suoi due in cima ai suoi recenti pensieri.

L’amore ed il realizzare sé stessa attraverso di questo.

Voleva dimostrare  a sé stessa che tutto ciò che aveva sempre creduto sull’amore, ovvero, la sua forza e potenza, era vero e poteva esserlo non solo per gli altri, ma anche per lei.

Testarda la vedevo lottare nel suo modo, modo raro, pignolo, preciso, costante; modo che la portò a sorridere di tutto cuore.

Mise tutto il suo cuore a disposizione dell’amore e lasciò scriverne la storia dalle mani che iniziarono ad accarezzarlo.

Ora vive coraggiosamente l’amore, ed è solo grazie a questo che può vivere la realizzazione del suo sogno.

Amore forte, amore che le ha dato un’opportunità di vivere davvero, sì, di vivere una vita che non da solo schiaffi ma che ogni tanto culla, protegge, realizza ed emoziona.

@ElyGioia