– La carne –

La carne è nata per essere divorata, segnata, provata, non per stare in silenzio, immobile. Ogni qualvolta che la pelle viene pizzicata dal calore di una mano, il cuore risucchia tutto l’ossigeno possibile, per trattenerlo a sé. Non basta accarezzarla per farla vivere, bisogna sbatterle addosso i sentimenti, di quelli che non si contengono dentro una sola bocca. La carne parla, ogni suo movimento manda segnali chiari, attraendo su di essa ogni candida e tenera violenza. Vuole essere mangiata, la pelle, trasuda di un amore salato, speziato e forte. C’è poco da dire, essa vuole fare, vuole danzare sopra le corde del suo strumento preferito, facendo colare ogni emozione capace di generare libertà, oltre ogni tipo di immaginazione.

@ElyGioia

– Dall’alto –

Questa notte guardo la città dall’alto, senza sentirmi soffocata e sommersa. Oggi ho una consapevolezza in più, la mia felicità rende felice chi amo. Sembrerà una cosa scontata ma per me non lo è affatto, è la mia prima volta. Seduta qui in alto posso accendere l’interruttore della gioia, quello che spesso sembra così irraggiungibile ed intoccabile. Posso comandare alle nuvole di aprirsi per far volare liberi tutti i sogni, ed ecco che compaiono milioni di stelle. Si possono cavalcare, vivere, ci si può abbuffare della loro pienezza. Questa notte guardo la città dall’alto, senza sentirmi inadatta e diversa. Oggi ho una consapevolezza in più, chi amo ama la mia felicità, qui, non posso avere paura più di nulla. Posso solo aspettare di farmi invadere mente, anima, cuore e corpo dall’amore.

@ElyGioia