– Esiste, ciò che si vuole davvero –

Esiste ciò che si vuole. Esiste ciò che il cuore prova. Esiste la verità di un amore. Esiste ciò che si decide di vivere. Esistono le scelte prese. Esiste tutto ciò che rimane dietro le quinte ma che si prova in continuazione. Ciò che non esiste è tutto il resto, ovvero ciò che rimane chiuso tra le pareti dell’invisibile, tutto ciò per il quale non si combatte minimamente, tutto ciò in cui non si crede.

@ElyGioia

– Non esisterebbe padrone, senza l’esistenza della schiava –

Anche una schiava d’amore ha bisogno di sentirsi importante. In fondo lo è, poiché senza di lei non esisterebbe nemmeno l’esser padrone. È un legame, il loro, indissolubile. Quel tipo di legame che rende ambe le parti uniche al mondo l’una per l’altra. Quel tipo di legame che non scappa ma che decide di viversi perché non può fare altrimenti, è troppo forte. E lei, voleva solo questo, essere importante. Senza alcuna conseguenza, solo il sapere di esserlo.

@ElyGioia

– Aspettare e Credere –

Riuscire a riposare solo quando i primi raggi del sole invadono la sua stanza, come se la notte fosse fatta per rimanere in attesa, come una sentinella, come una guardiana in difesa di ciò che è forte e segreto. Lei difende anche ciò che non può toccare, vedere, curare. Lo fa dentro sé stessa.

Riuscire a credere solo quando le prime luci del mattino sembrano voler spaccare le mura della sua stanza, come se la notte fosse fatta per dar vita ai pensieri, quelli che battono forte la mente fino a ferire il cuore. Ed è lì, sola, che lei lotta, davanti a tutto e tutti, dandosi certezze da sola, dandosi cura da sola, dandosi carezze da sola, dandosi presenza da sola. Lei crede anche ciò che non le si viene provato, anche in ciò che non può toccare, vedere, curare. Lo fa fuori da sé stessa.

Perché a volte l’unica cosa possibile è aspettare e credere anche laddove non si ricevono presenza e prove d’amore.

@ElyGioia