– Quando mi lasci sola –

Quando mi lasci sola per proseguire labilmente la tua vita, costringo me in una torre, chiusa per comporre nuovi versi tutti diversi l’uno dall’altro aspersi di te.

Rincorro morsi al ventre, mentre le gambe vengono a mancare cercando di placare il loro blaterare.

Quando mi lasci sola mi gocciola il cuore inzuppando e disturbando ogni singolo respiro, incognito delirio altalenante martirio.

Un vuoto che vince contro la presenza e che pensa di soffocare tutte quelle parole che non posso più masticare, vuoto che veglia su pareti bianche che non si vogliono dipingere in assenza di vernice, ed io, tua abitatrice, mi stendo sotto un foglio fatto di ricordi sordi, di fiordi ingordi, di esordi concordi.

Quando mi lasci sola mi si spezza la pelle, mentre grido parole zitelle ed io, io mi sento spegnere senza te e senza me.

@ElyGioia

Annunci

Ti Amo

https://wp.me/paDmdE-9F

E queste sono le cose che danno un pugno ad ogni avversità, allontanando ogni giorno maligno con un affabile coraggio custodendo ogni cosa preziosa dentro uno scrigno. Candide carezze che come leggere brezze levigano il dolore trasformandolo in un dolce acconciatore d’amore.

@ElyGioia

– Sanguinante per amore –

Un districarsi tra parole esploranti di vaghi lamenti, imbarazzanti momenti. Abili pensieri persuasi da solitudini vuote, il cuore avvilluppato, il silenzio turbato, il ventre schiacciato, il sonno derubato, in una mezza notte di un cielo bagnato. Lacrime colanti da stelle cadenti che s’appoggiano sul davanzale di casa. E la voglia di impazzire cresce, mentre non si riesce ad essere compresi, da chi si ama, nel profondo degli occhi più tesi. Farfugliano I respiri, dirozzatori e concisi. Così è per la gente come me, astrusa, criptata come acclusa. Anima nata da una controversia conclusa per un bisogno di possedere il tempo, affinché non scappi come un ladro stanco, affaticato. Deboli i sogni, non giocano e non ridono, lasciati soli a sminuzzare i particolari voli. In questa notte non c’è pace, dilaga una calma castrata, fortemente violentata da un tumulto, fermata. E tutto finisce con un brivido che punge dal petto alla bocca, sfociando in frasi costrette da una lingua limpida e franca. E tutto tace, tranne i chiodi battuti dal loro martello all’interno del cuore sanguinante per amore.

@ElyGioia

– Relazione –

La magia di una relazione sta nella condivisione. L’unicità nella sua complicità. La vita nella sua costanza. La bellezza nei suoi passi, che calpestano lo stesso terreno raggiungendo insieme la stessa soglia. Non uno di fronte l’altro, ma l’uno accanto all’altro, legati da perle che levigano con il tempo la sua crescita, rendendola matura e sempre più forte.

@ElyGioia

– I felini –

ElyGioia Photo “Oscar”

I felini hanno una capacità immensa, essi ti scaldano quando fuori è inverno, si stendono lungo tutto il corpo e, nella loro fedeltà, rimangono lì, senza andarsene.

I felini t’insegnano che nella vita bisogna farsi le unghie per poi riuscire ad arrampicarsi su un posto un po’ più alto che nessuno può raggiungere, un rifugio, uno spazio occupato solo ed esclusivamente da noi.

ElyGioia Photo “Gastone”

I felini ti mostrano quanto importante siano le carezze, ti fanno vedere quotidianamente come devono essere ricercate, in semplicità, con uno sguardo, senza doverle pagare, se non con il cuore.

I felini sono eccellenti esempi di concentrazione, loro sentono e vigilano anche quando dormono, scattano all’istante difronte ad un rumore estraneo, sono le sentinelle del nostro presente.

ElyGioia Photo “Gastone”

I felini ci insegnano che nella vita, avere paura, ogni tanto, non vuol dire essere deboli, ma avveduti e responsabili, in primo luogo verso se stessi.

I felini ci ricordano che giocare come quando eravamo bambini non fa male, bensì il contrario, fa bene all’anima.

Sono bambini ricchi di vita, quella che noi troppo spesso buttiamo in balia del vento.

I felini sono così, amano e chiedono solo di essere amati.

@ElyGioia

– Sola(mente) notte –

Quella notte si sentiva più sola che mai, pensava, <<d’altronde ogni persona continua la propria vita, in balia del destino appartenente alla sua esistenza>>. Il suo letto si era svuotato, non vi erano più piedi pronti a combattere nel sonno, pelle contro pelle. Non vi erano più voci con le quali cullarsi, di quelle che la stanchezza ti strappa via così, privandola di un po’ di quel tempo in cui sentirsi speciale. Quella notte le rimaneva un unico calore, la zampa del suo gatto sulla nuca. Pura dolcezza tra i capelli, tristezza amara agli occhi.

@ElyGioia

– La ricchezza siede sui piedi – Reichtum stizt Auf den Füßen

Si possono avere molte ricchezze, ma senza la presenza di un amore con il quale condividerle sarebbero solo pezzi d’ingombro della vita. Perché due piedi nudi, gli uni sopra gli altri, non possono essere paragonati a nient’altro. Spogli di ogni cosa, ci si può scaldare, ci si può cibarie, ci si può curare, si può stare bene, si può stare al sicuro. Un senso di fiducia profondo, in quel piede che potrebbe andare in qualsiasi posto, ovunque sarebbe perfetto per entrambi.

Man kann viele Reichtümer haben, aber ohne die Anwesenheit einer Liebe, mit der man sie teilen könnte, wären das nur Teile des Lebens. Denn zwei nackte Füße übereinander sind mit nichts anderem zu vergleichen. Du ziehst alles aus, du kannst dich aufwärmen, du kannst essen, du kannst auf dich aufpassen, du kannst dich gut fühlen, du kannst in Sicherheit bleiben. Ein tiefes Vertrauen in diesen Fuß, der überall hingehen könnte, wäre perfekt für beide.

Ovunque, piedi su piedi, si potrebbe non sentire più il pavimento sotto le dita, perché ci si ritroverebbe a volare, danzando, proprio come nelle favole. È amando per davvero che si può affermare, urlandolo a squarciagola, che la vera ricchezza siede sui piedi di chi si ama, solo essi sono in grado di farci fare viaggi fino l’infinito. Solo su di essi si può guardare dall’alto senza soffrire di vertigini.

Überall, Füße auf Füßen, spüren Sie möglicherweise nicht mehr den Boden unter Ihren Fingern, weil Sie sich wie in Märchen fliegen und tanzen würden. Es ist wahrlich liebevoll, dass wir sagen können, dass wir denjenigen, den wir lieben, auf den Füßen sitzen, wenn wir in unseren Lungen schreien, nur dass sie uns in die Unendlichkeit reisen lassen. Nur auf sie kann man von oben schauen, ohne an Schwindel zu leiden.

@ElyGioia