– Non voglio più, aver paura (I don’t want to be afraid anymore) –

Non voglio più aver paura. L’agitazione che aveva il potere di imprigionarmi dietro le sbarre dei gesti altrui non vuole esistere più. Ed io sono dannatamente testarda, se dico di non volere più provare paura, io non la proverò più. Non che mi sia armata di chissà quale arma, ho semplicemente preso la consapevolezza di quanto potrebbero realmente influenzare la mia vita, le altre di vite. Ho maledettamente preso la consapevolezza che sono e sarò per sempre la sola ad aiutarmi, quindi, tanto vale riuscire ad amarmi e soprattutto iniziare a rispettarmi, da me. Ho mangiato il veleno da un ventre oramai estraneo ed ho bevuto lo stesso veleno da chi doveva solo difendermi. Eppure, sono qui. Ho camminato scalza sopra quei chiodi che la vita troppo spesso regala senza nemmeno darne un preavviso. Nella mia infanzia c’è solo stato un gran digiuno d’amore. Eppure, so amare. Sono quella classica eccezione che smentisce il detto “sei ciò che ti hanno insegnato di essere”. Io ho insegnato a me stessa che io posso pure non esistere per il mondo intero, ma respiro, dunque, qualcosa o qualcuno lo sarò pure io, no?. Ma possono mai farmi paura delle parole ingorde gettate al vento contro di me, dopo tante lacerazioni?. Non funziona più, il mio timore ha preso la forma di un lupo, uno di quelli belli grandi che non emette ululato ma che non muore mai, nemmeno se gli spari addosso. E questo è solo grazie a me, grazie a tutte quelle volte che dopo uno schiaffo in faccia ricevuto mi sono data una carezza, e tutte quelle volte che dopo una pugnalata mi sono tolta il coltello dal petto e l’ho gettato in fondo all’oceano dei pensieri. Tutto, sempre e solo, non desiderando mai vendetta e non ricambiando mai il male. La mia vittoria sta proprio in questo. Io, la sera, non conosco alcun tormento poiché i miei sbagli non hanno portato dolore a nessuno, se non a me stessa. Gli altri, non lo so. Ora, in mezzo ad un mondo che si dà ipocritamente la mano, io la metto solo sopra il mio cuore, perché, se non ci penso io a me, non lo fa nessun altro. Quindi, ho deciso di non avere più paura, lascio all’altra fetta di mondo che non sa cosa vogliano dire pace ed amore, fare ciò che ha sempre fatto. Io rimango qui, con me, ferma, come una parete di ghiaccio che non si squaglia nemmeno sotto un sole cocente.

@ElyGioia #pensieriscrittielygioia

I don’t want to be afraid anymore. The agitation that had the power to imprison me behind the gestures of others does not want to exist anymore. And I’m damn stubborn, if I say I don’t want to feel fear anymore, I won’t try it anymore. Not that I was armed with some kind of weapon, I simply took the awareness of how much they could really influence my life, the others of lives. I damned took the knowledge that I am and will always be the only one to help me, so I might as well be able to love myself and above all start to respect myself, from me. I ate the poison from a stranger’s belly and drank the same poison from those who only had to defend me. Still, I’m here. I walked barefoot over those nails that life gives too often without even giving a warning. In my childhood there has only been a great fast of love. And yet, I know how to love. I am that classic exception that belies the saying “you are what you have been taught to be”. I taught myself that I can also not exist for the whole world, but I breathe, therefore, I will be something or someone too, won’t I? . But can they ever frighten me of the greedy words thrown against the wind after so many lacerations? . It no longer works, my fear has taken the form of a wolf, one of those beautiful big ones that does not emit howling but never dies, even if you shoot them. And this is only thanks to me, thanks to all those times that after a slap in the face received I gave myself a caress, and all those times that after a stab I took the knife from my chest and threw it at the bottom of the ocean of thoughts. Everything, always and only, never wishing revenge and never returning evil. This is my victory. I, in the evening, do not know any torment because my mistakes have not brought pain to anyone, if not to myself. The others, I don’t know. Now, in the midst of a world that hypocritically gives its hand, I only put it over my heart, because, if I don’t think of it myself, nobody else does it. So, I decided not to be afraid anymore, I leave to the other slice of the world that doesn’t know what they want to say peace and love, to do what it has always done. I stay here, with me, still, like a wall of ice that doesn’t melt even under a scorching sun.

@ElyGioia

6 pensieri riguardo “– Non voglio più, aver paura (I don’t want to be afraid anymore) –”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...