– Pezzo tagliente di Vetro (Sharp piece of glass) –

Tengo ogni pezzo di vetro tagliente dentro di me, è l’unico modo per affrontare quel nodo alla gola che imprigiona la mia lingua. E taglia, ogni singolo pezzo, taglia pure il silenzio di una tristezza che sfugge dalle mani per arrivare chissà dove. Un’emozione che sembra non avere né capo né coda, eppure, siede nel profondo del cuore. Ingombrante, affocante ed agonizzante, questo intingere assenza all’amore. È come andare in guerra senza armi e poi agitarmi, gridando alla vita di aiutarmi. È come gettarsi da un grattacielo con la speranza di volare, per poi precipitare giù.

Tengo ogni pezzo tagliente di vetro dentro di me, è l’unica cosa che posso fare per non scatenare un maremoto di melanconia. Almeno, nel mio silenzio, sarò in grado di raccogliere pezzo dopo pezzo ricomponendo l’immagine di un ritorno.

@ElyGioia #elygioia

I hold every piece of sharp glass inside me, it’s the only way to deal with that lump in my throat that imprisons my tongue. And cut, every single piece, even cuts the silence of a sadness that escapes from the hands to arrive who knows where. An emotion that seems to have neither head nor tail, yet, it sits deep in the heart. Cumbersome, affocante and agonizzante, this intengere absence to the love. It’s like going to war without weapons and then getting upset, shouting for life to help me. It’s like jumping from a skyscraper with the hope of flying, and then falling down.

I keep every sharp piece of glass inside of me, it’s the only thing I can do to not trigger a tidal wave of melancholy. At least, in my silence, I will be able to collect piece by piece, recomposing the image of a return.

@ElyGioia

Annunci

– Continuerò ad amarti (I will continue to love you) –

Mi lascerai sola, come questa notte, ad infrangere con le mie uniche poche forze gli scogli di questo mare al quale appartengo. Ci saranno onde più grandi di me, non le vedrai perché il tuo sguardo sarà altrove, come questa notte in cui li hai già chiusi. E potrò fare un qualsiasi movimento acceso o spento, frenetico o lento, delicato o violento, ma non ti girerai. Mi sentirò abbandonata nuovamente, rimanendo schiacciata dal furore del dolore che non solo io conosco. Ti basterà ancora meno tempo, per me e per te, ti basterà sapermi qui, per me e per te, ti farai bastare meno di una briciola da una tavola che prima era imbandita. Ti accontenterai di un mio dannato saluto, ed io continuerò ad amarti, nonostante tutto si sarà evoluto. Gli impegni che ora ti portano via da me, domani annebbieranno forse anche noi, e tu, tu, dove sarai? Mi dimenticherai, ed io sfumerò davanti ai tuoi occhi, proprio come la tua memoria, e tu, tu nemmeno lo percepirai. La tua stanchezza mi prende a schiaffi la notte ora, quanto vorrei semplicemente non essere data per scontata. Forse domani lo capirai, l’aver allentato la mano che stringeva la mia, perché sprofonderò e da sott’acqua urlerò, senza poter essere più ascoltata. Chissà se domani mi preparerai ad un’altra assenza, ad ogni modo io, continuerò ad amarti, anche laddove riceverò solo gli scarti del tuo prezioso tempo.

You will leave me alone, like this night, to break the rocks of this sea to which I belong with my only few strengths. There will be waves bigger than me, you will not see them because your gaze will be elsewhere, like this night when you have already closed them. And I can make any movement on or off, frantic or slow, delicate or violent, but you won’t turn around. I will feel abandoned again, being crushed by the fury of pain that not only I know. You just need less time, for me and for you, you just need to know me here, for me and for you, you will let yourself be less than a crumb from a table that was previously laid. You will be satisfied with my damn goodbye, and I will continue to love you, in spite of everything it will have evolved. The commitments that now take you away from me, perhaps tomorrow we too, and you, you, where will you be? You will forget me, and I will defile before your eyes, just like your memory, and you, you will not even perceive it. Your tiredness slaps me at night now, as I would simply not be taken for granted. Perhaps tomorrow you will understand it, having loosened the hand that held mine because I will sink and scream from under water, without being able to be listened to anymore. I wonder if tomorrow you will prepare me for another absence, anyway I will continue to love you, even where I will only receive the scraps of your precious time.

@ElyGioia #elygioia

– Questa Sera ( TONIGHT) –

Questa sera, come una bambina, mi sono ritrovata ad annusare il cielo, alla ricerca di quegli odori del passato, quelli che mai hanno portato ferite al mio cuore. Ho visto le stelle bussare sul mio capo per cercare di togliere ogni mio invasivo ed incisivo pensiero per lasciare spazio esclusivamente ai miei sogni.

Tonight, as a child, I found myself smelling the sky, looking for those smells of the past, those that never brought wounds to my heart. I saw the stars knock on my head to try to remove all my invasive and incisive thoughts to make room exclusively for my dreams.

Questa sera, come una ragazza, sono andata ad approfondire i movimenti delle nuvole, quelle che davano spazio alle stelle. Sembravano prepare loro la strada per arrivare fino a qui, sulla terra. Ho visto aprirsi una strada tutta nuova, luminosa, piena di speranza, poi ho compreso il perché.

Tonight, like a girl, I went to investigate the movements of the clouds, those that gave space to the stars. They seemed to prepare their way to get here, on earth. I saw an entirely new, bright, hopeful road open up, then I understood why. 

Questa sera, come una donna, sono cresciuta sotto la saggezza del cielo. Per ogni stella un abbraccio, per ogni filo di vento un sussurro appena sopra gli occhi. E poi, poi ho scoperto molto di più.

Tonight, as a woman, I grew up under the wisdom of heaven. For each star a hug, for every thread of wind a whisper just above the eyes. And then, I discovered a lot more. 

Questa sera, come parte del nostro noi, ti ho stretto come non mai, sotto il calore invisibile del tuo corpo, sopra il tetto indistruttibile del nostro spazio, in mezzo al vapore indefinito delle nostre voci.

Questa sera non ho avuto bisogno di desiderare, lo faccio tutti i giorni. Ho avuto solo bisogno di sognare .

Tonight, as part of our we, I have clasped you as never before, under the invisible heat of your body, above the indestructible roof of our space, amid the indefinite steam of our voices. 

This evening I did not need to wish, I do it every day. I just needed to dream. 

@ElyGioia

– Non ti dico che ti amo (I don’t tell you that I love you) –

Non ti dico che ti amo quando tutto va bene, quando il cielo sopra di noi sembra a nostro favore. Ti dico che ti amo nell’esatto momento in cui mi sei di spalle e non ti puoi voltare verso di me. Ti dico che ti amo quando il vuoto della tua assenza mi strozza la gola fino a sgorgare dai miei occhi. Non ti dico che ti amo quando mi sorridi, ti dico ti amo quando il tuo sorriso non posso nemmeno vederlo, immaginarlo, sognarlo, viverlo. Ti dico che ti amo quando non posso avere un tuo abbraccio, quando non posso posare il mio volto al tuo collo per respirarti almeno un po’. Ti dico che ti amo quando le mani che ti avvolgono non possono essere le mie, quando penetra nella mia pelle quel fuoco che vuol bruciare ogni speranza. Non ti dico che ti amo quando sento la tua voce da lontano che stringe la mia, ti dico che ti amo quando la mia, di voce, non ha la forza di uscire. Ti dico che ti amo quando tutto mi va contro come un esercito che si scaglia armato verso il mio cuore. Perché io ti amo così, non semplicemente ma veramente.

@ElyGioia #elygioia

I do not tell you that I love you when all is well, when the sky above us seems to be in our favor. I tell you that I love you in the exact moment you are behind me and you can’t turn towards me. I tell you that I love you when the emptiness of your absence chokes my throat until it gushes from my eyes. I don’t tell you that I love you when you smile at me, I tell you I love you when your smile can’t even see it, imagine it, dream it, live it. I tell you that I love you when I can’t have your embrace, when I can’t put my face to your neck to breathe at least a little. I tell you that I love you when the hands that surround you cannot be mine, when that fire that wants to burn all hope penetrates my skin. I don’t tell you that I love you when I hear your voice from afar squeezing mine, I tell you that I love you when mine, out of voice, doesn’t have the strength to go out. I tell you that I love you when everything goes against me like an army that lashes out at my heart. Because I love you so, not simply but really.

@ElyGioia

– Non esisti (YOU DON’T EXIST) –

Ti accorgi che non esisti quando anche le onde del mare evitano il tuo volto stanco. Stanche anche loro d’infrangersi su ciò che già è infranto. Ti accorgi che non esisti quando in tutto l’universo non c’è anima che gridi il tuo nome, compresa la tua. Ti accorgi che non esisti quando passano le ore e ciò che aspetti si è dimenticato di raccoglierti dalla sabbia, rimanendo così inghiottita dalla marea. Ti accorgi che non esisti e tutto diventa buio, persino le stelle spaventandosi delle tue silenziose urla si spengono. E tutto tace in un agosto che arriva ed un cuore che lacrima.

@ElyGioia #elygioia

You realize that you do not exist when even the waves of the sea avoid your tired face. They too are tired of breaking on what is already broken. You realize that you do not exist when throughout the universe there is no soul that shouts your name, including yours. You realize that you do not exist when the hours pass and what you are waiting for has forgotten to pick you up from the sand, thus remaining swallowed by the tide. You realize that you do not exist and everything becomes dark, even the stars being frightened of your silent screams are extinguished. And all is silent in an August that arrives and a heart that tears.

– HO CONOSCIUTO LA FALSITÀ (I HAVE KNOW THE FALSEHOOD) –

Ho conosciuto la falsità della gente, silente e bollente a tal punto di bruciare fino all’anima. Gente che ti vuole spogliare per poi abbandonare, lasciare, ciecare, buttare, lasciandoti dentro di tutto di brutto e di niente di bello. Dicono che tutto questo rende il cuore forte, io non ci credo, tutte bellissime bugie che vogliono ingannare i nostri occhi, che vogliono farci vivere in un finto mondo balordo e sordo dinanzi ai nostri umani bisogni. Le parole della gente scorrono tra le lancette del tempo, ore che passano senza alcuna preoccupazione, perché, in fondo, volano via non avendo la minima verità ed importanza. I gesti della gente, quelli che ti illudono lasciandoti in bocca il solo senso d’asciutto e di amaro, diventano vapore, come la loro valenza. E te ne accorgi quando il gioco si fa più duro, nessuno rimane, solo il vero amore, quello che mai scompare e che conoscendoti ha deciso di lasciarsi ancora amare. È lì che distinguo la verità dalla falsità. La verità parla e tace allo stesso tempo, la falsità è capace solo a fare dei grandi viaggi, e non si ferma mai, sempre in cerca di nuovi corpi da abbattere e di nuovi cuori da contaminare.

@ElyGioia #elygioia

I have known the falsehood of the people, silent and hot to the point of burning to the soul. People who want to undress you and then abandon, leave, blind, throw away, leaving you in everything ugly and beautiful. They say that all this makes the heart strong, I don’t believe it, all beautiful lies that want to deceive our eyes, that want us to live in a fake, dull world before our human needs. The words of the people flow between the hands of time, hours that pass without any worry, because, after all, they fly away not having the slightest truth and importance. The gestures of the people, those that delude you into leaving the only sense of dryness and bitterness in your mouth, become steam, like their value. And you realize it when the game gets harder, nobody remains, only the true love, the one that never disappears and that knowing you has decided to let yourself still be loved. It is there that I distinguish the truth from falsehood. The truth speaks and is silent at the same time, falsehood is only capable of making great journeys, and never stops, always in search of new bodies to break down and new hearts to contaminate.

@ElyGioia #elygioia

– MI MANCA (I MISS) –

Mi manca ciò che non ho mai avuto e ciò che mai avrò. Il tatto ed il bruciore sulla pelle, specchio di ciò che vive dietro i miei occhi e dentro il mio cuore. Mi manca il sapore in bocca delle stesse parole che mastico ogni santo giorno. Mi manca non sentire i miei capelli pettinati da due mani e da denti che li respirino. Qui, in questi momenti aspersi e diversi sotto cieli avversi, ogni difesa s’abbassa baciando la terra calpestata dalla libertà dell’amore. Qui, in questi luoghi vuoti ed immoti in mari devoti a lacrime dolci ed amare, ogni pensiero s’innalza divorando le nuvole tramortite dalle catene della vita. Mi manca roteare in mezzo ad una stanza in braccio a quelle braccia che non avrebbero alcun motivo di andarsene via. Mai.

@ElyGioia

I miss what I never had and what I will never have. The touch and the burning on the skin, mirror of what lives behind my eyes and inside my heart. I miss the taste in the mouth of the same words I chew every single day. I miss not feeling my hair combed by two hands and teeth that breathe them. Here, in these moments sprinkled and different under adverse skies, every defense is lowered kissing the ground trampled by the freedom of love. Here, in these empty places and still in seas devoted to sweet and bitter tears, every thought rises up devouring the clouds stunned by the chains of life. I miss spinning in the middle of a room in the arms of those arms that would have no reason to leave. Never.

@ElyGioia