– NELLA MIA STORIA (IN MY STORY) –

Voglio baciare il sole di queste ore, a mezz’aria, cercando di volare via da qui, via dal presente, via dalle nubi della solitudine. Voglio accarezzare la mia me adulta e donare all’amore vero la mia me bambina. Voglio ardentemente sentire nel mio palato il sapore della libertà, quella che si può vivere dentro solamente quando si ama. Voglio poter toccare il mio viso scavato dalla stretta di due mani che aspetterò sempre. Voglio credere che un giorno graffierò, con i miei stessi occhi, quel petto che mi fa da cuscino nei miei sogni. Voglio vivere nella speranza di un respiro che ingoierò tutto ad un fiato, senza perderlo mai. Voglio attorcigliare i miei capelli al cuore e solleticarlo per non farlo mai smettere di battere. Voglio me stessa all’interno della mia storia fantastica, per poterla toccare e farla diventare la mia realtà.

@ElyGioia #pensieriscrittielygioia

I want to kiss the sun of these hours, in midair, trying to fly away from here, away from the present, away from the clouds of solitude. I want to caress my adult me and give my child real love. I ardently want to feel the taste of freedom in my palate, the one that can be lived in only when one loves. I want to be able to touch my face carved by the grip of two hands that I will always wait for. I want to believe that one day I will scratch, with my own eyes, that chest that makes me a pillow in my dreams. I want to live in the hope of a breath that I will swallow all in one breath, without ever losing it. I want to twist my hair to the heart and tickle it to never stop beating. I want myself in my fantastic story, to be able to touch it and make it my reality.

– NEL TUO CUORE ( IN YOUR HEART) –

La pioggia, la luna ed il mio respiro. Rompo il silenzio dei miei boati interiori e cerco di amarmi un po’ di più. Ascolto il mio corpo ribelle mentre il cuore si fa beffa dei miei tortuosi pensieri chiusi in schemi irreali. Appendo me stessa alla parete del mio futuro per percepire il mio presente in modo diverso, asperso di attese ed emozioni coese. Digito il mio nome iniziando una chat con il cielo affinché qualche stella possa renderlo migliore. E vago, assetata di carezze e di tutte quelle folli tenerezze che mi mancano così tanto da farmi impazzire. E non mi do pace, fino a che la pioggia, la luna ed il mio respiro prendano la stessa forma cosicché da diventare una piccola tempesta nel tuo cuore.

@ElyGioia #pensieriscrittielygioia

The rain, the moon and my breath. I break the silence of my inner roars and try to love myself a little more. I listen to my rebellious body while my heart makes a mockery of my tortuous thoughts enclosed in unreal patterns. I hang myself on the wall of my future to perceive my present in a different way, sprinkled with cohesive expectations and emotions. I type my name and start a chat with the sky so that some stars can make it better. And vague, thirsty for caresses and all those crazy tenderness that I miss so much that it drives me crazy. And I don’t give myself peace, until the rain, the moon and my breath take the same shape so that it becomes a small storm in your heart.

-AMARSI COSÌ –

Lo sapevano entrambi, erano stati creati per un motivo ben preciso. Il loro amore non era frutto della casualità ma di una ricerca inconsapevole tra un anima in cerca di un posto sicuro ed un’altra in cerca di un qualcosa che riempisse il suo cuore. Poco importava poi la modalità in cui si sarebbero potuti vivere, loro, giorno dopo giorno, costruirono un ponte solido. Uno di quei ponti incrollabili, potente su tutto e resistente alla realtà della loro vita.

Nemmeno il loro non potersi toccare le mani li fermava dal cercarsi sempre, dal donarsi reciprocamente la felicità. Loro erano proprio la felicità fattasi carne, un pezzo in lei, un altro in lui. Uniti facevano tremare terra e cielo. Amavano l’amarsi. Questo era il loro segreto. Sapevano che dopo una vita di distanze avrebbero potuto guardarsi negli occhi, e che lì avrebbero capito quanto ne sarebbe stata valsa la pena amarsi così.

@ElyGioia #pensieriscrittielygioia

– IL RESTO NON CONTA ( NOTHING ELSE MATTERS) –

Ogni cosa custodita tra le braccia e stretta al cuore non potrà venirne danneggiata. E l’amore è proprio questo, curarsi e leccarsi le ferite giorno dopo giorno. Stringersi al petto e non dire nulla, solo guardarsi. Lì il tempo non cambia mai e rimane fedele per l’inportanza data ai quei passi che lo percorrono, uniti nonostante distanze e regole. E quando passa tanto tempo dall’ultimo respiro fatto faccia su faccia, tutto rimane sempre e comunque così, senza che ci sia mai stato un addio e senza la necessità di un ritorno, perché, in fondo, nessuno si è mai spostato da quel posto chiamato vero amore. Qui, tutto il resto non conta.

@ElyGioia #pensieriscrittielygioia

Anything held in your arms and held close to your heart will not be damaged. And love is just that, healing and licking one’s wounds day after day. Squeeze your chest and say nothing, just look at yourself. There time never changes and remains faithful to the importance given to those steps that run through it, united despite distances and rules. And when so much time has passed since the last breath taken face to face, everything remains always and in any case like this, without there ever being a farewell and without the need for a return, because, after all, no one has ever moved from that place called true love. Here, everything else doesn’t count.

@ElyGioia

– Evidentemente (EVIDENTLY) –

È così facile ingannare l’intero mondo. Basta alzare un po’ la voce e ridere e nessuno si accorge di nulla. Nessuno. Un digiuno dalla profondità delle cose, saranno noiose e rugose, forse. La sedia che regge il nostro corpo intanto cade e così la testa va a battere su ciò che prima aveva importanza ed ora non l’ha più, evidentemente. Dolorosamente si rimane così, fino a quando l’acqua di quel rubinetto lasciato aperto si ruberà gli ultimi respiri da quello spazio che prima esisteva e che ora non esiste più, evidentemente. Spogli come un albero in autunno e senza più una misera coperta di quelle attenzioni che prima si facevano valere e che ora sono scomparse, evidentemente. Ma, va tutto bene. Stiamo bene. In fondo basta dire questo, per non essere più nei pensieri di chi c’era e che ora non c’è, evidentemente.

@ElyGioia #pensieriscrittielygioia

It is so easy to deceive the whole world. Just raise your voice and laugh and nobody notices anything. Nobody. A fast from the depth of things, they will be boring and wrinkled, perhaps. The chair that supports our body in the meantime falls and so the head goes to beat on what previously had importance and now it doesn’t have it anymore, evidently. It remains painfully so, until the water of that tap left open will steal the last breaths from that space that previously existed and that now no longer exists, evidently. Uncluttered like a tree in the fall and without a miserable blanket of those attentions that before were asserted and which have now disappeared, evidently. But, it’s all right. We’re fine. After all, it is enough to say this, to no longer be in the thoughts of those who were there and who are not there now, evidently.

@ElyGioia

– Maledetta Solitudine –

Esistono giorni ignoti e vuoti. Quel tipo di giornata in cui passi il tempo a chiedere a te stesso quando finirà. Sono giorni morti nei quali la stanchezza del nulla prende il sopravvento ed incanta il tuo volto dinanzi al buio. Giorni malvagi in cui ci si dispera della vita che forse è stata e continua ad essere davvero molto dura nei tuoi confronti. E nessuno può sapere quando finirà la tristezza o quando si colmerà il vuoto. L’unica cosa certa è che ora esiste solo questa maledetta solitudine.

@ElyGioia

– Si crea ciò che il cuore pensa – @ElyGioia